Angela: “Head Coach of Malta”

maltabaskeassContinua nel migliore dei modi questo 2012 pieno di ottime notizie per la nostra Angela Adamoli.
Dal 1 ottobre Angela ha ufficialmente ricevuto l’incarico quale HEAD Coach della Nazionale A Femminile di Malta. Sarà una importante esperienza in una nazione che, nell’ultimo decennio, ha ottenuto risultati eccellenti tanto da essere una delle nazionali leader del gruppo “piccoli stati”.  La Nazionale Maltese ha recentemente conquistato la medaglia di bronzo nel campionato europeo FIBA  ”Small Country”, disputato in Macedonia, superando nettamente (72-52) la Scozia nella finale per il terzo posto. Per la cronaca il torneo Europeo è stato vinto dall’Austria che ha battuto le padroni di casa della Macedonia con il punteggio di 68 a 63. La Nazionale Maltese era arrivata alla competizione europea con il titolo di “bi-campionesse” in carica essendosi  aggiudicata le precedenti due edizioni (2008 e 2010) della “FIBA Europe Women Championship for Small Country“. Angela prende il testimone alla guida della Nazionale Maltese da uno tra i più famosi coaches italiani: Santino Coppa, allenatore della Trogylos Priolo  in A1/F, che ha guidato, con successo, il team maltese fin dal 2002.

angela_mbaQuesto prestigioso incarico premia la preparazione e l’alta professionalità di Angela  ed è certamente un motivo di orgoglio per tutto il San Raffaele.

Abbiamo sentito Angela per farci raccontare le sue “emozioni”.

Angela come sei arrivata fino a Malta ?
Sette anni fa ho cominciato a fare dei camp estivi di basket a Montalto invitata da Paolo DiFonzo.
In quelle occasioni era presente una squadra maltese con i loro dirigenti. Ci siamo conosciuti ed apprezzati. Mi ricordo che Il dirigente della squadra il signor Joseph Muscat mi disse: se un giorno avrò la possibilità ti inviterò ad allenare a Malta….da circa un anno il signo Muscat e’ diventato il segretario della federazione maltese, Paolo Di Fonzo e’ l’allenatore della nazionale maschile….nel momento in cui hanno avuto l’esigenza di cercare un nuovo allenatore, e’ uscito fuori il mio nome e mi hanno immediatamente contattato…..

Basket femminile a Malta; le tue impressioni ?
Durante il week-end del 29/30 settembre sono andata a Malta a vedere la Gozo Cup. Si sono affrontate tutte le compagini maltesi che giocano il campionato. Ho visto 14 partite in due giorni. La prima impressione e’ che ci sia molto da lavorare ma c’è un grande entusiasmo ed una grande voglia di lavorare e migliorare, ci sono delle buone giocatrici con buone potenzialità. Ci sono quattro giocatrici che giocano all’estero. Malta questa estate ha vinto il bronzo negli ultimi campionati europei dei piccoli stati che si sono svolti in Macedonia. In passato sono state vinte anche due medaglie d’oro. Sicuramente negli ultimi otto anni, il mi predecessore Santino Coppa, ha fatto un grandissimo ed ottimo lavoro.

Prendere il testimone da Santino Coppa; un onore ma anche un onere
Quando io ho cominciato a giocare in serie A a 14 anni, lui già era un grande ed affermato allenatore. Non si possono fare dei paragoni, lui fa parte della storia del basket femminile italiano ed ha un’infinita esperienza.
Io alleno da 9 anni, ho il mio passato di giocatrice con venti anni di serie A e circa 100 presenze con la maglia della nazionale, ho le mie idee, ho in testa delle cose tecniche in cui credo, credo nella costruzione del gruppo e nel rispetto delle persone e dei ruoli….
Prendo il suo testimone che sicuramente non pesa poco, ma ho tutta l’intenzione di non fare sentire la sua mancanza. A Malta mi hanno accolto in modo splendido. Sono felice di affrontare questa nuova esperienza.

Cosa ti fa più paura e cosa ti fa meno paura ?
Definisco il basket una mia malattia, ma è la più sana che possa avere. Non c’è niente che mi fa paura quando parliamo di basket. Le cose possono andare bene o male, le partite si possono vincere o si possono perdere, ma questo e’ il bello di questo gioco e di tutto lo sport. Quando si lavora con passione ed intensità,in modo onesto e leale non si può avere paura di quello che può succedere. Mi piace vivere tutte le esperienze nella loro totalità….

E il San Raffaele? riuscirai a conciliare il doppio impegno Roma/Malta ?
Il San Raffaele lo considero ormai casa mia. Le due cose sono perfettamente compatibili ed ho abbastanza energie da non dove togliere niente a nessuno…considerato pure l’impegno come allenatore di Azzurrina.
Gli impegni a Malta saranno sporadici, magari tre giorni ogni due mesi, in vista poi del l’impegno della prossima estate.
Sono orgogliosa di essere l’allenatore del San Raffaele e sono orgogliosa che come allenatore del San Raffaele sia anche l’allenatore della nazionale di Malta.

COMPLIMENTI ANGELA. Siamo felicissimi insieme a te!

Questo articolo e' stato pubblicato mercoledì, 3 ottobre 2012 nella categoria News SerieA. Se desideri essere costantemente aggiornato puoi utilizzare RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

FIP LegaBasket Femminile

SPONSORS

CastelluzzoAssicuratori SIMES

SUPPORTER

DOC_Market SPONSOR EdiliziaCAMA EuroElettrica

MiniBasket TeAm

MiniBasket

Archive




Check Google Page Rank TUTTE LE NEWS via mail